L’insalatona estiva

L’insalatona estiva

insalatona estiva tipicamammaatipica

D’estate con il caldo abbiamo bisogno e la voglia delle cose fresche, ma sostanziose. E che cosa può essere meglio di un’insalatona?! Esistono veramente tante ricette, una più gustosa dell’altra da cui prendere spunto. Ieri, comunque, ho fatto una di quelle che avevo a portata di mano, nel frigo e sulle mensole, usando qualche idea mia sugli abbinamenti, e mi è uscita particolarmente bene.
Appunto la ricetta, uno per rifarla un’altra volta e due per condividerla con voi. Chissà, magari divento una regina delle insalate un giorno, visto che gli altri titoli sembrano già occupati.

Io ho messo l’insalata romana e radicchio che avevo in frigo,ho aggiunto le uova sode, un po’ di cipolla di Tropea (non mi manca mai nel frigo!), i fagioli (confesso ho usato quelli della scatola, che stanno sulla mensola da una vita, in quanto non privilegio i prodotti in scatola) e visto che ci stiamo anche tonno in scatola (ahime!), e, un idea geniale! le mele e le noci (queste ultime rigorosamente sgusciate al momento! Questa volta.) Parmigiano a scaglie. Olio di olive per condire. Il sale io non lo aggiungo perché il tonno e il parmigiano le danno già il sapore.
Un’altra insalata che adoro è senz’altro l’insalata greca, gustosa e famosa, i suoi ingredienti ci sono sempre a casa:
Olive nere denocciolate, Feta, cipolla sempre quella di Tropea, insalata romana e peperoni (preferisco quelli rossi). Anche qui non uso il sale in quanto la feta è già per se salata. Questa insalata, tanto amata dalla nostra famiglia appare in tavola ogni volta che non sappiamo cosa cucinare o non abbiamo tempo. Ho insegnato a farla a mio marito e quindi ormai è il suo “piatto forte”. Mi promette sempre di preparare seppie con piselli, ma gli unici che ho visto fin’adesso provenivano da una pescheria vicino a casa.

Invece un’insalata poca conosciuta, ma molto degna di essere preparata, provata in un ristorante e successivamente adattata ai prodotti a disposizione è un’insalata con gli spinaci.
Gli spinaci devono essere teneri, le foglie più piccole le lascio integre, mentre quelle più grandi le taglio, aggiungo la cipolla (indovinate quale?), uova barzotte (tempo di cottura nell’acqua bollente 4 minuti) e stracchino. Le uova le faccio freddare prima di aggiungerle. L’insalata non necessita un condimento in quanto è lo stracchino che lega. L’unica pecca è che dovrete aspettare per gustarla in quanto gli spinaci non sono di stagione.
Buon appetito!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: